XENIA - LAB53 

- Xenìa, o della possibilità dell' incontro -
a cura di Laboratorio 53.


Xenìa è il frutto di un anno di Laboratorio di teatro dell' oppresso con un gruppo di migranti, stranieri, cittadini che fanno parte della comunità di Laboratorio 53.
Xenía significa “ospitalità”, ma è una parola antica che contiene accoglienza, rispetto, attenzione, amicizia, generosità.
Significa anche saper pensare, saper progettare, senza paure, senza mistificazioni.

Conduzione Laboratorio e regia: Ilaria A. Corbo e Erika Manni
Tutor di Laboratorio: Nichol Ardito e Valentina Ravasio
Scenografie: Luciano Obino, Miriam Leonetti

Un ringraziamento speciale va alla Città dell' Utopia per aver creduto nell' utopia di un Teatro a Stanze, al' Associazione Liscìa per il prezioso contributo e sostegno, a Jack Spittle e Marco Stefanelli per il supporto audio e tecnico e a tutt* i partecipanti alla serata dell' XI edizione del No Border Festival.

Musica: “Ink” by Chad Crouch Podington Bear soundofpicture.com

Nessun essere umano è illegale.